Monte Cazzola

cazzola Circuito ad anello nel cuore dei P. N. Veglia Devero. Il percorso si sviluppa dapprima lungo le pista da sci, poi lungo la linea di cresta che separa dalla Val Bondolero: il panorama circostante è superbo e spazia a 360 gradi sulle montagne di Devero, di Veglia, dei gruppo Diei-Cistella e in lontananza dei Monte Rosa. Nella zona dei Monte Cazzola e dei Passi di Buscagna si osservano nel terreno numerosi crepacci, fenditure e inghiottitoi dovuti a fenomeni di carsismo: una di queste fenditure, la Grotta del Cervo Volante, è stata esplorata dal gruppo speleologico di Novara fino oltre 140 m di profondità.
Alpe Devero

Non è raro vedere il volo di una coppia di aquile sopra i pendii erbosi che scendono ripidissimi verso Goglio e la Val Bondolero, luoghi ideali di pascolo per cervi e camosci. Meta dell'escursione sono le bianche rocce calcaree di Scatta d'Orogna, facile passo alla testata della Val Buscagna che mette in comunicazione con l'Alpe Veglia. Il ritorno avviene lungo le vaste praterie della Val Buscagna, al margine dei torrente che disegna pigramente sinuosi meandri. In corrispondenza di un vecchio e nodoso tronco di larice si guada il torrente, deviando in direzione del Lago Nero, vero narcisismo della natura: un piccolo specchio d'acqua limpidissimo racchiuso entro un ammasso caotico di sassi e circondato da larici centenari e tappeti di rododendri e mirtilli. In queste limpide acque vivono numerose colonie di tritoni alpestri, anfibi lunghi 8-12 cm dal dorso nero o bruno ed il ventre di un vivace colore arancione.

Cartografia:
Carta Svizzera 1:50.000 Foglio Valle Antigorio
Carta KOMPASS 1:50.000 Foglio 89 Domodossola
Carta IGC 1:50.000 Foglio 11 Domodossola