Attività
Partecipa
  • mtb.jpg
  • kayak.jpg
  • trekking.jpg
  • arrampicata.jpg
  • trekking2.jpg
  • sport_fondo.jpg
Lago di Larecchio

Giro da Alpe Prato (Montecretese)
quota partenza (m): 990
quota vetta (m): 2029
dislivello complessivo (m): 1300
difficoltà: Escursionisti

Codelago Alpe Devero

L'Alpe Devero è una vasta conca di pascoli situata a 1631metri. Nell'ampio pianoro di prati circondati da fitte macchie di conifere e dalle imponenti cime del Cervandone, della Rossa e del Fizzo, si trovano alcuni oruppi di casolari, caratteristiche baite dai tetti in pietra. 

Accesso al Cistella da Solcio

Il gruppo del Monte Cistella sorge isolato nel centro dell’Ossola, esso è costituito dal Pizzo Diei (2906 m.), dal Monte Cistella (2880 m.) e dal Corno Cistella (2688 m.).
Come arrivare: da Milano Autostrada A26 Voltri-Sempione, proseguire per Gravellona Toce, quindi per Domodossola, poi Sempione fino a raggiungere Varzo. Da qui seguire la strada che conduce a San Domenico (1410 m.) dove, all’ingresso del paese, poco prima del parcheggio auto, un sentiero panoramico segnato s’inerpica a mezza costa.

Salecchio

Percorso che si snoda tra la bassa Val Formazza e la Valle Antigorio, tipiche valli alpine di origine glaciale, presenta interessanti risorse naturalistiche, un piano vegetazionale montano.

Autunno alla buca del lupo

Le valli ossolane, in autunno soprattutto, acquistano un fascino particolare. I cieli sono più limpidi, le luci profonde e fascianti e i boschi hanno in sé l’eco di tavolozze incompiute, frammentate.
Questa è la stagione ideale per visitare la Valle Antigorio, la valle d’angolo un poco negletta, quasi un transito per chi si porta in Valle Formazza. A prima vista può apparire regione severa, racchiusa tra colossali pareti rocciose, specialmente a destra ove la configurazione  risulta selvaggia, solcata da profondi burroni e di quando in quando di una qualche deliziosa cascata.

Alpe Misanco

Circuito ad anello nel cuore dei P. N. Veglia Devero. Il percorso si sviluppa dapprima lungo le pista da sci, poi lungo la linea di cresta che separa dalla Val Bondolero: il panorama circostante è superbo e spazia a 360 gradi sulle montagne di Devero, di Veglia, dei gruppo Diei-Cistella e in lontananza dei Monte Rosa.

Valle dei Bagni

Il percorso qui illustrato che conduce ai bagni di Craveggia, è sicuramente tra i più panoramici, inoltre incontra il primo tratto in salita, che consente un ampia veduta dell'arco alpino, un'ottima attraversata che spazia sulla catena montuosa Svizzera, ed un interessante percorso nel vario sottobosco. Le diverse testimonianze di una civiltà rurale alcune in buon stato altre purtroppo in completo abbandono, le acque smeraldine del mitico torrente Isorno ed infine i resti dell'Albergo ai Bagni di Craveggia.

Bettelmatt

Una serie escursioni per attraversare i luoghi di produzione del più rinomato formaggio ossolano, il Bettelmatt. In piena estate è dunque facile trovare gli allevatori intenti alla lavorazione dei prodotti caseari. Le due mungiture vengono di solito eseguite verso le 5 di mattina e 17 di sera. Durante le altre ore comunque c'è sempre qualcosa da fare..

Alla diga dei Sabbioni

Una escursione fattibile in giornata da tutti ma sempre di grande fascino. La salita dall'alpe Bettelmatt, lunga ma gradevole grazie al meraviglioso paesaggio che ci accompagna, il panorama a 360° e l'ampio Piano dei Camosci al nostro arrivo al Città di Busto, appagano appieno della fatica sin qui sostenuta.

Lago del Sabbione

La Val Formazza (Pomatt in tedesco), dispone di ben 71 laghi, per la maggior parte situati tra i 1.800 e i 2.500 metri di quota. la metà è rappresentata da bacini atrificiali, alcuni dei quali creati ex-novo completamente, altri solo sfruttando specchi d'acqua preesistenti. L'alta Val Formazza conta otto bacini artificiali, dove il piu vasto è un invaso capace di oltre 400 milioni di metri cubi d'acqua: si tratta del Lago del Sabbione a 2.466 metri di altitudine. Nelle sue acque glaciali si specchiano la Punta d'Arbola e la Punta d'Hohsand. Il suo superbo ghiacciaio, che prende il nome di "ghiacciaio dell'Hohsand", alimenta inesauribilmente le acque del Sabbione.

Formazza passo san Giacomo

PONTE-PASSO SAN GIACOMO
Percorso impegnativo dal punto di vista fisico, non tanto per le asperità quanto per il notevole dislivello e l’alta quota.
La fatica verrà compensata dallo stupendo panorama di vette, nevai, piccoli ghiacciai e dalla veduta della piana di Riale con lo sfondo del Lago di Morasco.
Si sale su strada asfaltata dalla piazza di Ponte di Formazza attraverso Grovella, Canza, Sottofrua dove si può ammirare la maestosa Cascata del Toce visibile tutti i giorni dai primi di giugno a fine settembre.

operatori turistici

Con oltre 140.000 visite annue ossola.com è dal 1997 il portale turistico numero uno delle valli dell'Ossola. Se sei interessato ad avere visibilità su questo portale contattarci ora!