Attività
Partecipa
  • trekking3.jpg
  • trekking2.jpg
  • kayak.jpg
  • arrampicata.jpg
  • mtb.jpg
  • sport_arrampic2.jpg
Bettelmatthorn

Località di partenza: Riale di Formazza
Punti d'appoggio: Rifugio Città di Busto
Dislivello complessivo GPS : 1360 m.
Sviluppo planimetrico GPS: 15,5 Km.
Difficoltà: EE
Cartografia: C.N.S. Binntal n°1270 Basodino n°1271 scala 1:25.000

Escursione Alpe Veglia

Anzitutto, per merito della sua ubicazione. Per arrivarci bisogna lasciare la strada che da Domodossola porta al Passo del Sempione e deviare sulla destra per Varzo sino a S. Domenico (1418 m). 
Qui si abbandona l'auto e si comincia a scendere su bella mulattiera attraverso i prati di Nembro e Quartina. Il paesaggio, dapprima aperto, diventa a poco a poco più stretto, fino a quando, attraversato il torrente Cairasca, s'impenna bruscamente. 
Da quel momento si procede tra bastionate di roccia sempre più alte. 

Monte Cistella

Il monte Cistella è una montagna affascinante, giustamente considerata come una delle più belle cime dell’Ossola. 
Sita al centro delle Alpi Lepontine si staglia dominatrice con il suo altopiano dall’armoniosa forma. Chiunque sia passato anche una sola volta per le valli dell'Ossola, non può non averlo visto. Lo si nota dalla superstrada del Sempione, scendendo dalla Val Vigezzo, dalla val Formazza, dalla val Divedro, da Devero... lo si vede un po' da ovunque. Quante volte raggiunto un passo, un'alpe, una vetta  lo trovi lì di fronte, dall'alto dei suoi 2880, ad osservare.

Alpe Veglia

Passeggiata nella piana di Veglia

E' un percorso circolare che permette di visitare in una sola volta, in un paio d'ore, i principali luoghi di interesse dell'Alpe, offrendo spunti per visite più approfondite. Dall'ingresso dell'alpe detto "purteja", si piega a sinistra verso Cianciavero, uno dei cinque nuclei abitativi, dalle caratteristiche baite realizzate in pietra a vista e con copertura in "piode". Da qui, una deviazione di circa 15 minuti consente di raggiungere la zona delle marmitte glaciali del Rio Cianciavero. Lasciato l’abitato, si toccano Aione e Ponte, dai quali parte un sentiero che raggiunge il lago delle Streghe, prima di giungere all'"Isola", zona di alberghi e del campeggio con l'area attrezzata per i picnic.

Giro del passo del Monscera

Da Bognanco si prosegue verso l'oratorio di San Bernardo situato a circa 1600 m s.l.m. tra abeti e larici. La strada asfaltata procede tortuosamente sul ripido pendio e consente di guadagnare molti metri di dislivello fino a raggiungere la chiesetta. Lasciata l'auto ci si orienta anche senza carte topografiche grazie ad un'ottima segnaletica: su una palina si trovano indicazione per il Rifugio Gattascosa, l'omonima bocchetta e il Passo di Monscera (2159 m).

Val Bognanco

Escursione ad anello per buoni camminatori che si svolge completamente sul versante sinistro dell'alta Val Bognanco.
Da Oriaccia il sentiero corre a mezza costa offrendo un susseguirsi di punti panoramici.
A Vallaro è in costruzione un bivacco di proprietà dei CAI di Domodossola (tel. 0324-46558), mentre più a monte, all'Alpe Laghetto è in fase di ultimazione la costruzione di un Rifugio di proprietà dei CAI di Arsago Seprio.

Passo di Monscera

Escursione facile alla scoperta di un'antica via di comunicazione tra l'alta Val Bognanco e la Zwishbergental (o Val Vaira) in Canton Vallese. Utilizzato frequentemente sia come via commerciale tra l'Ossola e il Canton Vallese, sia come via di passaggio delle truppe vallesane che scendevano alla conquista dell'Ossola, il passo fu attraversato anche da personaggi illustri come Papa Gregorio X, di ritorno dal Concilio di Lione, nell'autunno dei 1275.

Trial

Il Trial è una specialità motociclistica dove nelle competizioni ciò che conta non è la velocità ma bensì l’abilità di transitare all’interno di zone controllate (zone non stop) commettendo il minor numero possibile di errori. Infatti questo sport mette a confronto l’abilità del pilota in simbiosi quasi perfetta con il proprio mezzo meccanico e la difficoltà dell’ostacolo da superare. Una volta visionata la zona il pilota prepara il suo attacco all’ostacolo; servono concentrazione precisione ed equilibrio per non commettere errori, con movimenti precisi e tecnici si tenta di portare a termine la zona con la minor penalizzazione possibile.

Road Book

Orli di ghiaccio, mille e più cascate, mucche pezzate al pascolo tra prati verdissimi e fioriti di genziane, macchie di mirtilli e lariceti magici. Elementi unici che in una straordinaria alchimia danno luce, fisionomia e volto alle valli ossolane.
E osservare tutto  dal sellino di una moto? Perché no?

operatori turistici

Con oltre 140.000 visite annue ossola.com è dal 1997 il portale turistico numero uno delle valli dell'Ossola. Se sei interessato ad avere visibilità su questo portale contattarci ora!