Home


miniera della pizza


pizzeria forno a legna

Grazie alle particolari proprietà della pasta delle nostre pizze il nostro prodotto può essere degustato anche il giorno dopo (se conservato correttamente in frigo) riscaldandolo per tre minuti in una padella antiaderente.
In questo modo non perde le proprie caratteristiche rimanendo croccante e morbida; è invece sconsigliato il microonde.

La nostra salute è determinata dall'alimentazione;
le nostre pizze sono ottenute da ingredienti selezionati,  quali: miscele di farine di leguminose e soia;
farciture di altissima qualità, abbinate tra loro con attenzione ai sapori  e tenendo conto dell'equilibrio tra spessore della pasta e quantità degli ingredienti.
La nostra esperienza e professionalità sono poste ad assoluto vantaggio del consumatore, cui garantiamo la qualità dei prodotti offerti.



La miniera della Pizza
in Piazza Rosselli, 15 a Domodossola
Tel. 0324 240873 -  Tel. 0324 202259



 

Pizze

miniera della pizza a domodossola

i nostri prodotti sono confezionati sulla base dell'originale pizza napoletana utilizzando ingredienti di prima qualità ed assoluta freschezza fornitici da aziende leader del settore

Si effettuano servizi uffici - mense - scuole ed alberghi.


Per una migliore degustazione la Miniera della Pizza vi consiglia:
usare un piatto caldo, riscaldato per qualche minuto in forno, in modo che il prodotto non si raffreddi troppo rapidamente;  abbinare bevande che esaltino il gusto della pizza.
Il nostro prodotto è leggero e facilmente digeribile, consumare in compagnia perchè la pizza e un piatto non-formale che favorisce il dialogo e la distensione.












 

Dove siamo




La Miniera della Pizza
in Piazza Rosselli, 15 a Domodossola
Tel. 0324 240873 -  Tel. 0324 202259

acqua di colonia

Distilleria Monterosa snc.
www.fildafer.com

Inventore dell'Acqua di Colonia fu Giovanni Paolo Feminis, nato a Crana, frazione di Santa Maria Maggiore in Valle Vigezzo nel 1666. Seguendo la consuetudine dei tempi, emigrò in Germania, ove si dedicò al commercio ambulante di acqua odorosa che aveva preparato con fiori ed erbe officinali che la Valle Vigezzo gli offriva. E fu verso la fine del secolo a Colonia che si mise a fabbricare un elixir, che accolto da universale favore, ebbe dapprima il nome di "ACQUA MlRABILIS" ed in seguito quello di "Acqua di Colonia". Grazie a questo successo il Feminis sali presto in fama e ricchezza, accumulando un vistoso patrimonio che in gran parte erogò in opere di beneficenza: Nel 1704 fu nominato membro onorario della Corporazione di Commercio di Colonia e la stessa Facolta medica con brevetto originale del 13 gennaio 1727, sanzionò poi Ie qualità pregevoli dell'Acqua di Colonia. La produzione dell'Acqua di Colonia passò in seguito ad altri vigezzini, nipoti del Feminis, e come lui emigrati in Germania (non avendo il Feminis eredi), i Farina, essi pure di Santa Maria Maggiore trasmettendosi poi fino a Giovanni Maria Farina. Con lui esplose il mito dell'Acqua di Colonia. L'Acqua di Colonia "La Classica" di Feminis-Farina è tutt'oggi elaborata artigianalmente nella sua valle d'origine, con la stessa cura e con Ie stesse essenze.