Positivity

Positivity

Il Positivity è l’unico camp no profit a zero impatto ambientale delle alpi!!
Situato a 2960 m. e raggiungibile solo a piedi o in elicottero, il piccolo nevaio del Sidel in Val Formazza ospita dal 2000, quando un gruppo di ragazzi ossolani decisero di organizzare la prima edizione del Positivity, un rifugio, il 3A e uno skilift entrambi gestiti dal’OMG (operazione mato grosso). Da allora nulla è cambiato se non il park, trasformato negli ultimi due anni in un park eco a zero impatto ambientale, con tutte le strutture in neve e legno.

Rifugio 3A

Park Formazza

Il park si sviluppa su due piste, una molto divertente per tutti i livelli e l’altra con kick piu grossi per le session di foto e video dei numerosi pro rider. Quest’anno chi era presente ha potuto vedere in azione Lollo Barbieri, Stefano Munari, Ruggero Naccari, Aie Benusi, Lorenzo Buzzoni, Iannino Morell, Marco Feichtner, Renè Schnoeller, Sebi Müller, Matthieu Perez.
Il park è nato dalla mente del gattista Stefan Plattner (Vans Penken Park di Mayrhofen park manager), degli organizzatori D.S.O (dipartimento snowboard ossola) Maurino Castellani, Mauro Cameroni, Andrea Giordan, e dal gruppo shapers Rabba, Diego, Alessandro Bina, Iannino Morell, Fabio Magni, Lollo Barbieri, Patrick Bacher, Giona Bucher. La struttura quest’anno era articolata in una medium line composta da un tronco da bonkare, pool jam, due kick in linea e un wall, un box in legno in discesa e un quarter, mentre la pro line era costituita da un kick da 15m e un kick da 19m.
Questa edizione del Positivity ha visto oltre 90 partecipanti che si sono alternati nella due settimane di camp;anche se il tempo non è stato dei migliori tutti hanno raggiunto il nevaio e si sono divertiti parecchio!!
Il Positivity si può considerare come uno stile di vita, infatti solo chi è appassionato a questo sport arriva al camp, facendosi due ore di cammino magari con tutta l’attrezzatura in spalla per poi passare il week-end o la settimana in un rifugio fra il nulla, se non un panorama mozzafiato, le marmotte e per i piu fortunati “le foxi” una volpe che vive nelle vicinanze del rifugio. Comunque chi partecipa si porterà addosso alla fine del camp un ricordo bellissimo poiché il Positivity è una family dove si sta tutti insieme e se anche il tempo non permette di uscire in park si trova sempre un passatempo per divertirsi: carte, pin-pong, TV, chiacchierare con un po’ di musica di sottofondo...
Invece per chi non riesce a togliersi lo snow dai piedi si può sempre creare un mini shred dietro al rifugio e divertirsi organizzando un trick contest; comunque la cosa più bella e che al Positivity si va tutti d’accordo!!
La prossima edizione è già allestita per dicembre/gennaio si potranno avere info sulla data e i prezzi. Novità è l’organizzazione della prima edizione invernale, il Winter Positivity, che si svolgerà nello snowpark di Formazza (Forail Park).