Autani

Montescheno

Le “Autani” sono due processioni che si svolgono il mese di luglio in Valle Antrona. La più nota è quella “dei sette fratelli” e parte da Montescheno; la seconda, che si tiene la domenica più vicina al 25 luglio, festa di S. Giacomo, è detta appunto di S. Giacomo e prende il via da Seppiana. Le origini delle “Autani” (il termine dovrebbe derivare da una contaminazione dialettale di “litanie”), vanno ricercate nelle esigenze delle comunità montane di esorcizzare le malattie del bestiame o le calamità naturali. Quale modo migliore se non una processione, con partenza all’alba e ritorno al calar del sole, toccando tutti gli alpeggi ed i pascoli, occasione per assimilarsi alla natura.

montescheno

L’“Autani dei sette fratelli” viene fatta risalire al 1640, ma si trovano documenti che fanno riferimento ad una processione analoga antecedente di un secolo. La processione si svolge con rituale, sempre uguale da secoli; la fila dei fedeli si accoda dietro lo stendardo, portato a turno dai partecipanti, e sotto la direzione dei priori. In punti precisi si sosterà per recitare le preghiere, o cantare il “Miserere” o assistere alla benedizione impartita ai pascoli. Le donne e gli uomini indossano i costumi locali. I “sette fratelli” dovrebbero essere i sette monti lungo i quali si snoda la processione che percorre circa 21 km di percorso. L’“Autani di S. Giacomo” presenta un percorso più ridotto. Oltre a Seppiana, coinvolge le comunità di Villadossola e Pallanzeno.