Valle Formazza

PonteLocalità Ponte

Cascata del ToceCascata del Toce

Riale di FormazzaLocalità Riale

formazza sci
Pista dei Campioni

Walser
Località Canza

Val Toggia rifugio Maria Liusa
Val Toggia - Rifugio Maria Luisa

LINK:

valformazza.it
comune.formazza.vb.it
www.formazzasport.com

Formazza è un antico borgo all'estremo nord della Valle Ossola.

E' raggiungibile da Domodossola con la statale 659. La strada corre lungo il fiume andando incontro ad alte montagne, attraversando suggestivi panorami e paesi ricchi di tradizione, un piccolo mondo dove le buone cose del passato sopravvivono ancora. La bellezza e la varietà dei paesaggi montani invitano l'escursionista a visitare l'alta valle attraverso gli innumerevoli sentieri ben tracciati e facilmente percorribili anche dai meno esperti e da persone di qualsiasi età.
Si possono raggiungere gli azzurri laghi alpini di Morasco, Toggia, Kastel, Vannino, Boden, Sabbioni e la maestosa Cascata del Toce che, con i suoi 143 metri di salto è la seconda in Europa per altezza.
Una fitta rete di rifugi offre la possibilità di riparo in caso dl maltempo e permette confortevoli soggiorni in quota per coloro che, desiderano vivere la montagna in modo semplice, naturale e tranquillo.
Si può trascorrere una piacevole vacanza pernottando presso tranquilli e confortevoli alberghi, residence, meublè o attrezzati campeggi. In inverno, quando la natura è in letargo, anche ogni piccolo rumore e colore può essere il massimo della suggestione.
Formazza, culla dello sci di fondo ossolano, è il luogo ideale per chi vuole trascorrere una salutare vacanza sportiva. Con I suoi anelli di San Michele e Riale, che propongono percorsi da 1 a 12 km., con vari gradi di difficoltà.
Ci sono anche impianti di risalita ed una seggiovia, sulla famosa pista del Saghesboden. Per i meno esperti, o per chi vuole perfezionare la propria tecnica è a disposizione una scuola con numerosi e qualificati maestri di sci. Agli amanti degli spazi incontaminati l'alta Valle Formazza dà la possibilità di praticare lo sci alpinismo su splendidi itinerari anche di carattere Internazionale, tra i più interessanti dell'intero arco alpino.

Spiccano famose cime delle Alpi, quali ad occidente l'Arbola-Hosand - Blinden - Gries, a nord i contrafforti che vanno dal passo del Gries al passo San Giacomo, ad est la cresta del Basodino, spartiacque tra la Valle del Toce e la Val Maggia ed a sud le gole di Casse, sopra Foppiano.

La Valle si estende per una decina di chilometri ed è costituita da 11 frazioni di cui riportiamo i nomi sia in lingua italiana che in lingua walser:Foppiano - Undrumstald; Fondovalle - Stauwald; Chiesa - Indermattu; San Michele - Tuffwald; Valdo - Wald; Ponte - Zumsteg; Brendo - Brenn; Grovella - Gurfulu; Canza - Fruttwald; Frua - Uf - a - Frutt; Riale -Herbach.

Ponte è il centro storico ed amministrativo della valle. Conserva le Testimonianze del passato soprattutto per la Casa Forte, un edificio in muratura del XVI sec., costruita per dare sede all'Ammano, il capo dell'antica comunità, eletto dal popolo come proprio rappresentante.


Sciare

La pista di fondo di Riale è sicuramente una delle più belle d’Italia, con il centro di preparazione atletica in altura è anche una delle più complete.
Per gli appassionati del fondo la zona offre unitamente a questo circuito, una serie di alternative validissime come quella di San Michele o la pista dell’Alpe Devero.
Per lo sci alpino il Sagersboden e i campetti possono dare divertimento a chiunque, inoltre viene sempre preparato anche un piccolo snowpark.


I Walser

Nel secolo XIII dalle rive del Reno il popolo degli Alemanni si diresse verso le Alpi, insediandosi inizialmente in zone di media altitudine, per poi spostarsi man mano sempre più in quota, occupando spazi che malgrado il lungo inverno consentivano ancora una rudimentale agricoltura, costituita per la maggior parte dagli allevamenti. Costoro estesero lentamente la loro pacifica occupazione dall’ Oberland bernese al passo del Grimsel e all’altopiano del Goms, conducendo una vita povera ma dignitosa e pacifica. Questo sino a quando i vassalli delle regioni italiane confinanti spinti da guerre e contese comunali, cercarono spazi di espansione verso le Alpi, dove trovarono un popolo di pastori ben organizzato e autosufficiente, la cui presenza rese le alte montagne economicamente redditizie, e politicamente interessanti.

Dal Vallese, I Walser, passarono da un luogo all’altro come servi dei signori proprietari del territorio, mantenendo strada facendo la loro autonomia amministrativa ed etnica. La Val Formazza , quella del Sempione, le valli grigionesi, la valle d’Aosta e le sue diramazioni, le Valli del Monte Rosa, hanno conosciuto la colonizzazione dei walser, che nei secoli, più di altri popoli alpini hanno saputo, pur nella grande semplicità della loro esistenza, mantenere un’ identità culturale e sociale pressoché unica e contribuire in modo determinante alla sopravvivenza dell’ambiente alpino.

In Valle Antigorio Formazza vi sono due importanti insediamenti, quello di Salecchio e quello ancor molto vivo di Formazza, qui si può facilmente vedere l’espressione massima dell’eredità Walser, nelle abitazioni, nell’urbanizzazione, nelle tradizioni superstiti, nei manufatti ed anche nell’ordinamento amministrativo dei comuni.

 

 

RIFUGI / MOUNTAIN HUTS
RG1 (R) Myriam - Alpe La Balma tel 0324-63154
RG2 (R) Margaroli - Alpe Vannino tel 0324 63155
RG3 (B) Conti - Scatta Minoia tel 032446558
RG4 (R) Città di Busto - Piano dei Camoscitel 0324 63092
RG5 (R Mores - Sabbioni tel 0324 63067
RG6 (R) Somma - Sabbioni tel 0331 254530
RG7 (R) Claudio Bruno - Ghiacciaio del Sabbionetel 0546662703
RG8 (R) 3A - Ghiacciaio tel 0546662703
RG9 (R) Maria Luisa - Valtoggia  tel 0324 63086